Sci Freeski: come scegliere il tuo sci Freeride o Freestyle.

Anche in Italia si stanno diffondendo sempre più gli sci Freeride e gli sci freestyle appartenenti alla grande famiglia del Freeski.

Importati dagli Stati Uniti e dai paesi dell'Europa del nord, per vivere in libertà e nel pieno rispetto della natura il mondo dello sci, queste nuove categorie  stanno contagiando giovani e meno giovani alla ricerca di nuove esperienze. 
Maxi Sport ti offre una  guida per  individuare il prodotto più adatto alle tue esigenze e permetterti di entrare nella “tribù” dei freeskier.

Partiamo dal capire cosa significa sci Freeride e sci Freestyle.

Letteralmente Freeride significa “guidare liberi”, e, riferito al mondo dello sci, identifica il mondo del fuori pista, rappresenta la situazione nella quale lo sciatore si trova a completo contatto con la natura in ampi spazi, rendendo secondario l’aspetto agonistico o competitivo.
Il Freestyle, invece, identifica quello stile di sciata dove la figura coreografica, l’evoluzione acrobatica e le tecniche di salto, rappresentano il focus della disciplina che si pratica all’interno dello snowpark.
Va da sé che gli sci da utilizzare nelle due specialità abbiano alcune similitudini ma per lo più caratteristiche costruttive e di forma diverse.

Per meglio comprendere le tecnologie costruttive utilizzate e capire il funzionamento degli sci Freeski spieghiamo brevemente alcuni aspetti che possono caratterizzare entrambe le tipologie di attrezzo.

CAMBER: Quando appoggiamo uno sci su una superficie piana nella zona centrale si formerà un arco di curvatura chiamato camber, che potrà avere caratteristiche diverse in funzione del tipo di utilizzo  dello sci.

Camber Tradizionale o Positivo.

Camber Piatto o Flat.

Camber Inverso o Negativo.

Generalmente il camber  positivo garantisce ottime performance su pista battuta con neve compatta o dura in quanto la pressione che esercitiamo nella zona centrale dello sci con il peso del corpo fa aumentare la forza verso la spatola e la coda aumentando presa di spigolo e precisione.
Un camber flat o addirittura negativo invece, offre  il meglio in neve fresca o nella polvere poiché con l’aumento della pressione nella parte centrale vengono scaricate e alleggerite spatola e coda permettendo galleggiabilità e manovrabilità nelle condizioni tipiche del freeride.

ROCKER: Gli sci con il rocker sono completamente diversi dagli sci tradizionali. Se appoggiamo uno sci “rockerato” su una superficie piana, osserveremo che la spatola  e la coda risultano rialzate dal terreno con una superficie di contatto più o meno lunga in funzione del tipo di rocker che viene utilizzato.

FULL ROCKER per neve polverosa e powder.  (immagine Volkl)

TIP ROCKER per neve mista, dura e pista. (immagine Volkl).

La forma rocker garantisce una maggiore galleggiabilità in neve fresca in quanto la pressione dello sci diminuisce in prossimità delle estremità offrendo  prese di spigolo meno aggressive con comportamenti più dolci e prevedibili.

TWIN TIP: Gli sci twin tip hanno sia punta che coda rialzata e permettono evoluzioni  e andature anche in back (all’indietro).
 (immagine Nordica).

Vediamo ora più nello specifico come sono fatti e come scegliere uno sci da Freeride e Freestyle.

SCI FREERIDE:
Lo sci  Freeride  è l’attrezzo adatto a tutti gli amanti del fuori pista.

In funzione delle  condizioni di utilizzo potremo avere:
- Sci fat molto larghi sotto il piede (da 105 fino a oltre 130 mm) con sciancrature poco accentuate che permettono  raggi di curva piuttosto ampi (anche oltre i 35 m) per evitare pericolose prese di spigolo.
Possono essere sia full rocker, adatti a condizioni di neve profonda e powder, che tip rocker più versatili ed utilizzabili anche in condizioni di neve dura o pista. In questo caso il rocker può essere “early rise”, cioè il rialzo della punta inizia subito dopo il centro sci per favorire ancor più il galleggiamento
-Sci all mountain freeride: sono sci sicuramente più versatili degli sci fat. Hanno il centro che va dai 90 ai 105 mm di larghezza sotto il piede e permettono performance di ottimo livello in tutte le condizioni di neve e di pista.
Presentano raggi di curva leggermente più corti (tra i 18 e i 25 m), per garantire maggiore maneggevolezza e duttilità.
Per quanto riguarda la scelta della misura i parametri sono molto soggettivi.
In linea di massima si può stare dall’altezza della persona fino anche a 15-20 cm in più.
Prestate attenzione però: gli sci con rocker diminuiscono la loro impronta a terra e la loro misura effettiva risulta essere più corta.
Entrambe le tipologie di sci freeride possono presentare forma twin tip per permettere evoluzioni e atterraggi in back anche in neve fresca, oppure sporadiche apparizioni nel park.
Molti attrezzi di questa categoria  possono essere montati con attacchi da sci alpinismo o a talloniera libera per poter essere utilizzati con pelli di foca per brevi ascensioni e godere ancora di più dello spirito libero della montagna.
Maxi Sport ti consiglia nelle tue escursioni in fuori pista di non dimenticare mai i tuoi apparecchi soccorso antivalanga e di dotarti sempre di un'A.R.V.A. , di una pala e di una sonda.

SCI FREESTYLE:
Lo sci  freestyle ha sempre una forma twin tip, questo garantisce ogni tipo di andatura ed evoluzione nel park.
Sono sci che devono avere un “pop” (elasticità) maggiore in modo da poter sfruttare la risposta reattiva nei salti, negli ollie (manovra che permette di usare la coda dello sci per alzarsi), nel pipe e in tutti i trick delle figure.
Spesso presentano strutture di lamine e solette “armaturate” che  garantiscono maggiore durata nei continui passaggi e sfregamenti su rail, tubi e strutture fisse.
Anche gli sci freestyle presentano un centro sci più largo rispetto al tradizionale, con larghezze che vanno dagli 80 ai 90 mm. Le sciancrature sono in genere poco accentuate ed i raggi di curva sono compresi tra i 15 e i 20 metri.
Per questa tipologia di sci risulta essere molto importante la posizione di montaggio dell’attacco.
Non esiste una regola fissa, in quanto l’esperienza e la sensibilità di ogni sciatore farà preferire una posizione avanzata, una regular o una arretrata.
In linea di massima, più si avanza il punto di montaggio verso il centro dello sci, più avrò performance e controllo  nelle rotazioni  e sui rail a discapito della poca conducibilità.
 Se mantengo un montaggio tradizionale (in prossimità del baricentro dello sci) avrò uno sci più facile da condurre e più stabile anche in pista.

Per tutti i rider che si avvicinano al mondo del freestyle e del park, Maxi Sport consiglia l’utilizzo del casco e delle protezioni e ti offre una vasta scelta di articoli dove sicuramente troverai il prodotto più adatto al tuo stile e al tuo look.

Ora che sei in possesso di tutte le informazioni fondamentali per la scelta del tuo nuovo sci, utilizza le tabelle qui sotto per individuare la misura più adatta alle tue esigenze (i parametri espressi identificano il range di misura ottimale).

Altezza/peso

sciatore

SCI FREERIDE SCI FREESTYLE

Altezza: 160-170 cm

Peso: 55-65 kg

165-175 cm 160-170 cm

Altezza: 170-180 cm

Peso: 65-75 kg

175-185 cm 165-175 cm

Altezza: 180-190 kg

Peso: 75-85 kg

185-190 cm 175-185 cm

 

Altezza/peso

sciatrice

SCI FREERIDE SCI FREESTYLE

Altezza: 150-160 cm

Peso: 45-55 kg

150-160 cm 150-160 cm

Altezza: 160-170 cm

Peso: 55-65 kg

160-170 cm 160-165 cm

Altezza: 170-180 kg

Peso: 65-75 kg

170-180 cm 165-175 cm

A questo punto non ti resta che scegliere lo sci più adatto alle tue esigenze acquistandolo nello shop on line di Maxi Sport o recandoti nei nostri negozi di Merate Lissone e Sesto San Giovanni.

Per avere maggiori informazioni contatta i nostri tecnici che ti forniranno la consulenza di cui hai bisogno.

Root

Scopri tutti gli sci freeski

Imposta ordine discendente

 

Newsletter

Rimani informato sulle novità, le promozioni esclusive, gli eventi Maxi Sport!
Nome:
Uomo Donna

Caricamento...